Cibi da super star

 Il sugo di Coppola e le caramelle dela Sharapova. Sono molte le star che hanno deciso di investire nell’alimentazione. Chi per beneficenza, chi per passione, chi per affari.

Non contenta di essere la sportiva più ricca del mondo per il nono anno di fila, Maria Sharapova se n’è inventata un’altra: ha chiesto di cambiare, per le due settimane degli Us Open, iniziati il 26 agosto, il cognome in Sugarpova, come la sua linea di caramelle. La Corte suprema della Florida, dove lei vive, le ha detto di no; lei si è pure ritirata dal torneo per problemi a una spalla. Nel frattempo, però, la sua azienda si è fatta una gran pubblicità, gratis, con le foto del marchio su tutti i giornali e i siti e 10 mila tweet, 50% più del solito, con la parola Sugarpova.

Come se, dopo aver venduto 2 milioni di confezioni in un anno, ce ne fosse bisogno. Soprattutto le Flirty, le sue labbra in versione gommosa, vanno a ruba: un pacchetto costa 5,99 dollari, ne frutta 1,10, e parte va in beneficenza. Ma la tennista russa non è l’unica a essersi lanciata nel business alimentare: dal pudding di Stallone al caffè di Lynch, ce n’è per tutti i gusti.

http://www.oilwineitaly.com/en/19-sauces-and-condiments

Pomodori-salento Sharapova

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s