Tag Archives: Florence

Shopping Natalizio: trionfo Made in Italy malgrado la cura dimagrante delle tredicesime.

Torino – La crisi economica comporta ripercussioni sulle spese natalizie, portando le famiglie a modificare nettamente le proprie abitudini. Per fortuna che gli Italiani sono generosi anche se a modo loro. Per questo  il Natale edizione 2013 sarà da Spending Review  e forse non sarà l’ultimo. Per fortuna che più dell’80% degli italici consumatori non si priverà del piacere e dovere di fare i regali di Natale, che si configurano quindi come estremo tentativo di combattere la crisi, ma anche come modo per aiutare quelle imprese e quei lavoratori del comparto Made in Italy che si trovano in difficoltà.

Il dato sopra elencato è dovuto  al ritrovato spirito di solidarietà nazionale; infatti, secondo Coldiretti almeno i 63% di noi comprerà Prodotti Certificati  Italiani volontariamente, per portare un proprio personale contributo all’economia italiana ed alle famiglie dei lavoratori.

Per questo  Oilwineitaly  propone prestigiosi, inediti, da collezione. Ma anche novità, autentiche chicche di griffe enologiche italiane. Ecco una selezione di cesti natalizi di vini, liquori, spumanti, funghi, tartufi, ma non solo, fra cui scegliere.  Per un regalo elegante e ricercato, per comunicare stima ed apprezzamento a persone per voi uniche ed esclusive, il Cesto Natale Glamour è ciò che fa per voi. Un dono che farà sentire veramente glamour coloro che lo riceveranno.

 

 

Oilwineitaly news : olio extravergine alleato contro i Tumori del colon

Studio di un team ateneo Siena su proprietà antitumorali

(ANSA) – FIRENZE, 6 NOV – L’olio extravergine di oliva di qualità potrebbe rivelarsi un importante alleato nella lotta contro i tumori, specie nel caso del cancro al colon. A dirlo una ricerca dell’Università di Siena, presentata oggi nella sede della Regione Toscana a Firenze. Lo studio, realizzato da un team coordinato dalla professoressa Marina Ziche insieme alle ricercatrici Sandra Donnini ed Erika Terzuoli, ha evidenziato che ”l’olio extravergine di oliva è una delle principali fonti di polifenoli, un gruppo di sostanze chimiche con proprietà antiossidanti e potenziali benefici effetti sulla salute umana.

Ma non tutti gli oli sono uguali, infatti un ‘comune’ olio extravergine di oliva può contenere dai 100 ai 250 mg di polifenoli, mente quello extravergine toscano Igp ne contiene almeno 450 mg”. Secondo le ricercatrici, ”un polifenolo dell’olio di oliva (il dihydroxyphenil ethanol o Dpe), secondo vari studi internazionali ha proprietà antiossidanti, antinfiammatorie e antitrombotiche. Nel nostro laboratorio abbiamo delineato il meccanismo molecolare attraverso cui Dpe contribuisce ad inibire la progressione del cancro al colon”.

Gli effetti benefici, hanno spiegato ancora, ”si ottengono con quantitativi pari a quelli che si usano nell’alimentazione”, pari a circa 40 grammi al giorno, ovvero 3-4 cucchiai di extravergine, meglio se crudo. La ricerca è stata finanziata con 30 mila euro dal Consorzio dell’olio extravegine di oliva Toscano Igp. Gli obiettivi futuri sono finalizzati ad approfondire l’uso di derivati dall’olio extra vergine nel trattamento antitumorale in associazione alla comune chemioterapia.(ANSA).

Olio-extravergine-oliva- italiano

Oilwineitaly : è il periodo delle castagne nel piatto! Come dobbiamo prepararle?

“Le più golose e antiche ricette consigliate”


Oilwineitaly: è il periodo delle castagne nel piatto! Come dobbiamo prepararle?

“Le più golose e antiche ricette consigliate”

Siamo riusciti ad avere sotto mano già le castagne? A parte quelle delle castagnate, già belle pronte e fumanti, se qualcuno ce le dovesse regalare appena tornato da una passeggiata nel bosco, o se ci venisse voglia di andarle a cercare noi personalmente, oppure di comprarle dal fruttivendolo … poi cosa ci possiamo fare?

Ci si può veramente sbizzarrire, pescando dalle antiche ricette della nonna ai nuovi “esperimenti della nipotina”… Qui vi proponiamo un menù a base di castagne, per ispirare le vostre preparazioni, spizzicando qua e là dal vostro piatto e idea preferiti.
Cominciamo dai primi:
Farrotto di castagne e fagioli borlotti. Mettere a cuocere del farro semiperlato in acqua bollente salata per 20 minuti circa, (con una dose di una tazzina per persona); per i fagioli borlotti, si possono cuocere in pentola a pressione, previo ammollo di 6-8 ore se secchi, per 30-40 minuti, oppure si possono usare direttamente quelli già pronti di buona qualità; le castagne vanno cotte in acqua bollente con la buccia per circa una mezzora. Una volta cotto, sgranare il farro con una forchetta, aggiungere i fagioli borlotti, e le castagne sbucciate e fatte a pezzettini, aggiungere olio e sale e mescolare bene, regolandosi ad occhio, senza che nessun ingrediente sovrabbondi. Versare in una scodella da portata, di terra cotta o porcellana, con adagiati nel fondo un ramo di rosmarino e uno di salvia, lasciare riposare qualche minuto e poi servire ancora caldo.
Oppure una crema di castagne: cuocere per 10-12 minuti le castagne sbucciate (450 g per 6 persone) in un litro di brodo vegetale, e poi farne una purea. Continuare a cuocerla con un’aggiunta di panna da cucina a piacere, anche vegetale di soia/riso/farro. Servire nei piatti con un po’ di sale, un filo d’olio e maggiorana fresca.
Per i secondi, le castagne possono accompagnare piatti di carne e cacciagione, o spezzatini vegetali di soia e seitan, così:
Bollire le castagne come sopra nel farrotto e spellarle. Unirle in un pentolino a delle cipolle tagliate a tocchettini e stufate con un po’ di burro/olio e brodo di verdure/carne, e lasciare cuocere tutto per ancora 10 minuti. Guarnire con erbe aromatiche a piacere.
Oppure una salsa di castagne: tagliare a pezzettini una cipolla e una mela, e farli rosolare con olio e un cucchiaio di farina di castagne. Bagnare e mescolare con un po’ di brodo di verdure. Unire sale, pepe e un po’ di aceto balsamico.
Aggiungiamo una ricetta di pane alle castagne:
Ingredienti: 250 g di farina semintegrale (anche di farro, o una parte), 250 g di farina di castagne, 1 c. di sale, 20 g di lievito, 300 ml acqua tiepida, 1 C. olio, rosmarino spezzettato. Procedere secondo la consueta preparazione del pane, lasciare riposare due ore, spennellare con un po’ di acqua tiepida e mettere ancora del rosmarino, già aggiunto prima all’impasto, imprimendolo sulla superficie. Cuocere mezzora nel forno a 200 gradi.
Concludendo con un rustico castagnaccio:
Fare un impasto con 250 g di farina di castagne, 750 g di latte (vaccino o di riso) o acqua, unire pinoli e uvetta a piacere, e un po’ di buccia di limone grattugiato. Ungere con olio un tegame, e prima di mettere in forno per un’ora a temperatura moderata, cospargere con olio, zucchero e aghi di rosmarino.

http://www.oilwineitaly.com/it/36-esclusivi-regali-natale-2013

Castagne_Piatto-oilwineitaly

Oilwineitaly: il pensatoio d’Italia nelle terre del Nebbiolo.

    “ Nannini ,Jovanotti, Tornatore, Baglioni: ventaglio di star per il “Laboratorio di resistenza” di Serralunga d’Alba”.

Quaranta appuntamenti da ottobre 2013 ad aprile 2014

Riparte il 21 Ottobre con una lezione di Corrado Augias il  Laboratorio di Resistenza permanente, giunto ormai alla sua quarta edizione.  Quaranta appuntamenti ( 39 lezioni a cui si aggiunge una giornata dedicata a festeggiare la Resistenza a ridosso del 25 Aprile)  da ottobre 2013 ad  aprile 2014. Un calendario fatto di lezioni, dibattiti e dialogo per cercare il significato profondo della contemporaneità, attraverso il confronto tra opinioni e l’incontro tra idee diverse.

Nato da un’ idea dell’ imprenditore Oscar Farinetti e organizzato dalla Fondazione E. di Mirafiore, il laboratorio consiste nell’ individuare una serie di presidi a tutela dei valori fondanti di una comunità e di affidare ad ognuno di essi un capitano che terrà una lezione  nel teatro della Fondazione Mirafiore, all’ interno della riserva bionaturale di Fontanafredda a Serralunga d’ Alba.

Tra gli scopi della Fondazione c’è proprio quello di risvegliare lo spirito critico e promuovere una riflessione su cosa significhi resistere oggi, adattandone il significato e l’originaria portata alle nuove minacce e alle conseguenti possibilità di riscatto. Il tutto con uno spirito di apertura ai pensieri più diversi attraverso relatori che provengono da “mondi “ lontani tra loro: in teatro si avvicenderanno giornalisti, scrittori, politici, comici, musicisti e imprenditori.

Tutti gli appuntamenti  sono gratuiti  e verranno trasmessi in diretta streaming, così da permettere una fruizione diffusa e allargata.

http://www.oilwineitaly.com/it/vini-pregiati-italiani/18-nebbiolo-dalba-ligabue-doc.html

Jovanotti_1  ClaudioBaglioni

Oilwineitaly e la dieta ideale per gli over 65: un’alimentazione equilibrata e povera di grassi aiuta a prevenire le malattie della terza età.

È noto a tutti che l’alimentazione costituisca uno dei fattori determinanti per mantenersi in buona salute. Quando poi si superano i 65 anni e si giunge dunque a quella fase della vita chiamata terza età bisogna prestare ancora più attenzione al proprio regime alimentare per evitare l’insorgere di patologie come diabete, ipertensione e addirittura l’Alzheimer. Ad ogni fase della vita infatti corrisponde un certo tipo di alimentazione adatta alle necessità dell’organismo, che si modificano con il passare degli anni.

Quali sono dunque gli accorgimenti fondamentali per avere una corretta alimentazione e vivere una vecchiaia serena? Innanzitutto è opportuno ridurre il numero delle calorie e distribuirlo nei tre pasti principali della giornata, cioè colazione, pranzo e cena, con un eventuale spuntino pomeridiano.

Questo non significa che bisogna eliminare determinati alimenti, bensì ridurne la quantità. Nello specifico si possono consumare quotidianamente pane, pasta e riso contenenti carboidrati e sono sempre ben accetti frutta e verdura, mentre è opportuno moderare il consumo di salumi, formaggi e dolci.

Un altro elemento importante da inserire in una dieta corretta è costituito dalle proteine animali e vegetali, contenute nella carne, nelle uova, nel pesce e nei legumi, anche se è preferibile un maggior consumo di carne bianca rispetto a quella rossa. Sconsigliati gli alcolici, se non un mezzo bicchiere di vino a pranzo. Inoltre è preferibile l’uso di grassi vegetali a discapito di quelli animali, dunque scegliere l’olio d’oliva anziché il burro per i condimenti e usare moderatamente il sale. Infine è importante bere molta acqua, mediamente due litri al giorno, anche se non si avverte la sete e svolgere attività fisica.

AlBanoVINO

 

Oilwineitaly: in Italia 16mila centenari, Coldiretti,ok dieta mediterranea.

“ Il segreto un bicchiere di vino rosso ai pasti e come piatto preferito è la pasta con la ricotta”.

In 10 anni vita media salita 2,4 anni, italiani tra più longevi

(ANSA) – ROMA, 15 SET – Ci sono 3,6 milioni di italiani che hanno superato gli 80 anni e quelli i centenari sono 16.145, dei quali l’80,8 per cento femmine e il 19,2 per cento maschi. E’ quanto afferma la Coldiretti, sulla base dei dati Istat, nel sottolineare che negli ultimi dieci anni in Italia la vita media è aumentata di 2,4 anni per gli uomini e di 1,7 anni per le donne. Ed oggi gli italiani sono tra i più longevi del mondo con una vita media che ha raggiunto i 79,4 anni per gli uomini e a 84,5 per le donne. Il quadro dell’Italia sempre più longeva è fornito dall’organizzazione agricola in occasione della “conquista” del primato mondiale di ‘uomo più vecchio del mondo ‘ da parte dell’italiano, Arturo Licata, siciliano di 111 anni. “Tra i suoi segreti a tavola il nuovo recordman – continua la Coldiretti – ha indicato quello di aver consumato molte verdure, cipolla cruda a volontà e un bicchiere di vino rosso ai pasti e come piatto preferito è la pasta con la ricotta. Numerosi studi infatti hanno certificato che la dieta mediterranea è uno dei fattori principali che garantisce ai cittadini italiani una vita più lunga. Ma il futuro è preoccupante – sostiene la Coldiretti – con la crisi è crollata la spesa a tavola degli italiani che dicono addio alla dieta mediterranea dall’olio di oliva extravergine (-10 per cento) al pesce (-13 per cento), dalla pasta (-10 per cento) all’ortofrutta (-3 per cento), secondo una analisi della Coldiretti nei primi sei mesi del 2013. Un allarme condiviso dall’Associazione italiana di Oncologia Medica (Aiom) secondo la quale tre tumori su dieci nel nostro Paese sono causati da un’alimentazione errata”.(ANSA).

Bicchieredivino

Oilwineitaly a Termoli balli, musica, eventi, il conto alla rovescia per la festa della “Notte dell’Equinozio”.

Termoli. Il 21 settembre l’equinozio autunnale decreterà ufficialmente la fine dell’estate. L’avanzare del clima autunnale, le piogge e il clima rigido lasciano al ricordo le giornate di mare e le serate di festa. Non ancora al termine sono però gli eventi in programma nel cartellone estivo. Dal pomeriggio fino alla notte, il 21, Termoli ospiterà la prima Notte dell’Equinozio, un evento tra cultura e musica che animerà le strade e le piazze del centro. La manifestazione, che racchiuderà al suo interno l’evento eno-gastronomico Divinolio, avrà inizio alle 16.30 in Largo Tornola, con il convegno “Vino e Olio – il gusto della salute”, a cura di Aspi Molise e Abruzzo e Divinolio Molise. Quasi in contemporanea, in piazza Sant’Antonio, dalle 17.30 ci sarà live painting e dj-set organizzato dall’Associazione CreaTe. A seguire, dalle 19 fino alle 23.30, le vie del Borgo Antico diverranno la cornice entro cui si potranno degustare i migliori vini e oli molisani. Alle 18.30 partirà un corteo storico con giochi medievali che attraverserà le strade del centro. Chi vorrà osservare il cielo invece, distogliendo i propri occhi dagli stands del Borgo, potrà approfittare della “Notte della Luna piena” che, a partire dalle 21, darà la possibilità di trascorrere una serata astronomica osservativa curata dall’associazione Adram. In simultanea, alle 21, partiranno i concerti. Il primo, nella scalinata del Folklore, vedrà salire sul palco i Tintilia Sound che rivisiteranno in chiave swing & bossa brani d’autori italiani. Piazza Monumento ballerà musica Salsa invece, sulle musiche di Dj Alex Latino. Daniele Di Meo e Fabio Lafratta movimenteranno piazza.

Uliveti_oilwineitaly