Tag Archives: oilwineitaly

Gli #italiani con i #mercatini e #negozi #online alla #scoperta del #Natale.

L’#idea #regalo per  #Natale che non tramonta mai: il #cesto #enogastronomico.

Simbolico o sfarzoso, confezionato da ditte specializzate o realizzato con il fai-da-te, oggi il cesto enogastronomico è quanto di meglio si possa ricevere a Natale in tempo di crisi!

Col cesto enogastronomico si va sicuramente sul sicuro sia che per fare bella figura che per ricombattere la crisi.

Quello natalizio è sicuramente uno dei periodi più amati dell’anno da grandi e piccini. Ogni cosa sembra essere pervaso da una sorta di magia.
Tra gli aspetti che maggiormente contribuiscono a creare questa atmosfera speciale, un ruolo importante è sicuramente svolto dai numerosi mercatini di Natale che dai primi giorni di dicembre ,ma spesso anche dalla fine di novembre, portano nelle strade di ogni città i colori e profumi della Festa più amata.

Un’occasione interessante per scoprire prodotti artigianali o enogastronomici tipici del posto, ma anche per trovare tante idee originali per regali di Natale originali, al punto da venire molto spesso inseriti negli itinerari turistici di chi decide di fare dei weekend, o semplicemente delle gite fuori porta, in questo periodo dell’anno.

Esistono molti negozi on-line che propongono cesti natalizi standard o personalizzati. Dal web, si può usufruire del servizio di consegna a domicilio oppure del recapito del regalo direttamente a casa del destinatario.

 

Oilwineitaly: sui tavoli dei ristoranti approdano i prodotti a km zero.

L’iniziativa della Coldiretti presentata a Borgo Foce- Imperia

 

 Sulla tavola del ristorante un menù a km 0. Niente inquinamento da trasporto. Prodotti ovviamente sempre freschi. Costi di gran lunga minori. Più lavoro per i produttori locali. Un’utopia? No. È l’iniziativa, brillante ed ecologicamente molto compatibile, pensata e messa in atto da Coldiretti, la più importante associazione di produttori italiani, per favorire i consumi di questo tipo.  

Dopo aver promosso la nascita di negozi che propongono prodotti del territorio, con riflessi positivi non solo sull’economia locale ma anche sull’ambiente il discorso viene rilanciato estendendo la filosofia dei “chilometri zero” anche ai ristoranti. E’ stato infatti predisposto un disciplinare al quale i ristoratori che aderiranno all’iniziativa dovranno attenersi. Un disciplinare che ricalca quello di «Campagna Amica» la fondazione Coldiretti che per prima ha inventato il sistema di rilancio «ragionato» delle varie produzioni locali, e che è stato definito «Campagna Amica nel Piatto».

II prodotti del territorio forniti dalle aziende aderenti al circuito forniranno dunque la «materia prima» che comporrà un «menu a km zero» in offerta ogni settimana nei ristoranti aderenti. L’iniziativa è stata illustrata nel corso di un happening svoltosi mercoledì al ristorante «La Foce ..non solo vino!» di Borgo Foce, a Imperia, primo locale, ad aver sottoscritto il Disciplinare Coldiretti «Campagna Amica nel Piatto» e proporrà ogni mercoledì il menù. Olio nuovo, vini, formaggi, pescato e tanti altri ottimi prodotti provenienti dall’agricoltura regionale hanno dato vita a un menù a km 0 che non solo ha proposto sapori unici di grande qualità, ma ha anche «raccontato» il territorio ligure, con particolare attenzione per la provincia di Imperia.

Spiega il Presidente di Coldiretti Imperia, Antonio Fasolo: «E’ questa una delle tante tappe del percorso legato al progetto di Campagna Amica promosso da Coldiretti per un’agricoltura impegnata a sviluppare un dialogo aperto e proficuo con il cittadino consumatore, facendo sintesi degli interessi di tutta la società civile intorno ai temi dell’ambiente, del territorio, della qualità dei consumi, della sicurezza alimentare e degli stili di vita». «Il cittadino- consumatore – conclude il direttore Coldiretti, Gianni Gentile – potrà conoscere l’origine degli ingredienti che compongono il piatto, con l’indicazione dell’azienda fornitrice. Una grande alleanza quindi tra le aziende agricole che offrono prodotti freschi e locali e i ristoratori che con la loro arte li trasformano per regalare ai loro clienti una nuova esperienza di gusto, seguendo le regole campagna Amica». Dove amico – da non dimenticare – è anche il prezzo.

 

???????????????????????????????

Regali di Natale Enogastronomici: è arrivato il sito vetrina più chic del mondo.

Siamo ai primi giorni di novembre e le città italiane si stanno attrezzando per essere addobbate dalle luci di Natale. Se non avete ancora deciso cosa regalare in occasione delle festività vi consigliamo caldamente di scegliere per dei regali di Natale enogastronomici, una tendenza che negli ultimi anni è diventata sempre più diffusa e che si presta per altro alle esigenze di vasti desideri e di tutte le tasche e . Per i vostri regali ci ha pensato Oilwineitaly  selezionando il top del Made in Italy in soluzioni diverse con l’abbinamento di vini o spumanti, panettoni o dolci, tartufi o funghi, oli ed altri prodotti tipici pregiati, presentati in eleganti cofanetti in legno, cesti  o scatole con accessori natalizi che impreziosiscono  il vostro dono. Per questo è arrivato il nuovo negozio vetrina www.christmaswinegiftbaskets.com che farà la differenza nel mondo. Affrettatevi a esplorarlo!!!

Blog_Nuovo

oilwineitaly: le tendenze per i regali del Natale 2013

“Mai come ora il Natale è donna e l’indagine condotta con alfemminile.com ne è la testimonianza: solo il 2% delle intervistate dichiara che a occuparsene sono il marito o il compagno”
Secondo gli ultimi dati NetComm, la crescita del mercato italiano dell’ecommerce è stata del 19% nel 2012, con un volume pari a 9.5 miliardi di euro di fatturato e una previsione per il 2013 che supera gli 11 miliardi di euro. Il Natale è il momento in cui la spesa raggiunge i massimi livelli. Ed è per questo che http://www.oilwineitaly.com negozio online, si pone come il giusto osservatore dei trend di vendita per i regali esclusivi enogastronomici.
Il Natale la prova del nove per le donne : se già nella vita quotidiana le donne si occupano della famiglia e dei propri cari, questo diventa ancor più vero durante il periodo natalizio. Secondo la ricerca realizzata da alfemminile.com, ben il 56% delle intervistate ha dichiarato di occuparsi da sola dei regali di Natale. Questo dato fa sorridere, soprattutto se associato al 2% che ha affermato che, ad occuparsi del Natale in casa, sono il marito o il compagno e al 22% che ha dichiarato di occuparsene in coppia.
Secondo una ricerca realizzata da ContactLab per alfemminile.com sulle abitudini delle sue lettrici, 8 donne su 10 acquistano online a fronte di una media nazionale di un utente Internet su tre (dati European Digital Behaviour Report 2013, ContactLab): praticità e velocità, nella vita di tutti i giorni, sono le due qualità che le donne apprezzano maggiormente dell’ecommerce, che permette loro di guadagnare tempo, risparmiare energia e, perché no, anche denaro, tutti elementi che sotto le feste diventano ancora più preziosi.
“Mai come ora il Natale è donna e l’indagine condotta con alfemminile.com ne è la testimonianza: solo il 2% delle intervistate dichiara che a occuparsene sono il marito o il compagno”. L’ecommerce e l’mcommerce aiutano in caso di mancanza di tempo, prevengono lo stress delle code e sono un ottimo modo per trovare la giusta ispirazione.Oilwineitaly.com con i regali esclusivi,cassette legno, confezioni elaganti e cestini natalizi in vendita in Italia e nel mondo in ogni momento, ti mette in contatto con ciò di cui hai bisogno e, proprio nel periodo di Natale, diventa un supporto fondamentale per chi, oltre all’organizzazione quotidiana, deve pensare anche alle feste.”
Mancanza d‘ispirazione: chiunque, nella vita, ha ricevuto un regalo imbarazzante o poco azzeccato, ma qual è la reazione più comune davanti a una sorpresa poco gradita? Secondo la ricerca, le donne ci ridono su (40%) oppure decidono di fare finta di niente (38%), ma sotto al finto sorriso stanno in realtà già pensando al modo per riciclarlo (10%). Le donne italiane però non si dimostrano accanite, infatti solo il 4% pensa a come vendicarsi.
Il Natale delle donne: nel caos natalizio, tra una fetta di panettone e un pacco regalo, arrivano anche i crucci del Natale: ben il 20%, una donna su cinque, ha dichiarato di non sopportare le corse infinite per acquistare i regali e lo spendere soldi.
.Un’ultima curiosità enogastronomica: le donne preferiscono acquistare e regalare whisky e liquori (+123%), mentre gli uomini optano per vini d’annata (+42%), champagne e spumanti (+82%). Forse perché le prime lo acquistano per regalarlo a colleghi ed amici, mentre i secondi puntano a un regalo tra di loro e per fare bella figura serve un prodotto prestigioso.

Oil Wine Italy oggi allo Smau di Milano Fiera

oil_wine_italy_shop_online_vino

oil_wine_italy_shop_online_vino

E’ stata aperta oggi la 50esima edizione dello SMAU alla FieraMilanoCity nei padiglioni 1 e 2, manifestazione dedicata alle ultime frontiere delle tecnologie digitali per il business e Oil Wine Italy era presente.

Tanta la frenesia tanto da indurre lo stand di aruba a regalare palline antistress di ogni colore!!!

Molte le start up presentate oggi al salone, grandi nomi di aziende presenti al salone, centri ricerca, laboratori, incubatori, acceleratori d’impresa, non manca nulla in questa annata, unica pecca: manca il wi-fi e non prende internet, forse la micro edizione torinese in questo era meglio organizzata.

Alcuni ricercatori del Politecnico di Milano hanno evidenziato con uno studio come il mondo Social è in netta espansione, entro la fine del 2013 saranno ben 37 milioni gli italiani possessori di uno smartphone, e entro fine anno le aziende avranno investito un capitale complessivo di 85 milioni di euro in pubblicità sui social media. Questi dati devono fare riflettere le principali aziende. Il dominio dei social è ancora indiscusso, Facebook batte tutti esponenzialmente, a seguire Twitter, Linkedin, Google + e Pinterest. Si pensi ancora che l’83% dei possessori italiani di smartphone è iscritto a dei social networks, non necessariamente solo Facebook e passa una media minima di 6 ore settimanali, postando uno status per ogni accesso o condividendo qualche link, la maggior parte degli accessi quindi non sono passivi ma attivi, molti addirittura ricercano le notizie della giornata sui social. Ben il 46% dei possessori di “tecnologie smart” partecipa ai forum e alle discussioni, per questo è necessario che un’impresa che possa essere social deve rispondere a tutte le richieste e domande, Andrea Rigoni di Asiago risponde personalmente ai forum, e non deve stupire che l’AD di un brand così famoso si spenda a “perdere questo tempo”, il cliente vuole sentirsi protagonista, ecco come mai le campagne pubblicitarie di Coca-Cola e Nutella. Ultimo dato confortante per le aziende che vogliono mettersi in gioco con una loro applicazione: solo nel 2013 in Italia sono state scaricate 2 miliardi e mezzo di applicazioni.

Quindi non c’è più da pensarci: cerchiamo di essere più Social, OilWineItaly ci sta provando!!!

Oilwineitaly : è il periodo delle castagne nel piatto! Come dobbiamo prepararle?

“Le più golose e antiche ricette consigliate”


Oilwineitaly: è il periodo delle castagne nel piatto! Come dobbiamo prepararle?

“Le più golose e antiche ricette consigliate”

Siamo riusciti ad avere sotto mano già le castagne? A parte quelle delle castagnate, già belle pronte e fumanti, se qualcuno ce le dovesse regalare appena tornato da una passeggiata nel bosco, o se ci venisse voglia di andarle a cercare noi personalmente, oppure di comprarle dal fruttivendolo … poi cosa ci possiamo fare?

Ci si può veramente sbizzarrire, pescando dalle antiche ricette della nonna ai nuovi “esperimenti della nipotina”… Qui vi proponiamo un menù a base di castagne, per ispirare le vostre preparazioni, spizzicando qua e là dal vostro piatto e idea preferiti.
Cominciamo dai primi:
Farrotto di castagne e fagioli borlotti. Mettere a cuocere del farro semiperlato in acqua bollente salata per 20 minuti circa, (con una dose di una tazzina per persona); per i fagioli borlotti, si possono cuocere in pentola a pressione, previo ammollo di 6-8 ore se secchi, per 30-40 minuti, oppure si possono usare direttamente quelli già pronti di buona qualità; le castagne vanno cotte in acqua bollente con la buccia per circa una mezzora. Una volta cotto, sgranare il farro con una forchetta, aggiungere i fagioli borlotti, e le castagne sbucciate e fatte a pezzettini, aggiungere olio e sale e mescolare bene, regolandosi ad occhio, senza che nessun ingrediente sovrabbondi. Versare in una scodella da portata, di terra cotta o porcellana, con adagiati nel fondo un ramo di rosmarino e uno di salvia, lasciare riposare qualche minuto e poi servire ancora caldo.
Oppure una crema di castagne: cuocere per 10-12 minuti le castagne sbucciate (450 g per 6 persone) in un litro di brodo vegetale, e poi farne una purea. Continuare a cuocerla con un’aggiunta di panna da cucina a piacere, anche vegetale di soia/riso/farro. Servire nei piatti con un po’ di sale, un filo d’olio e maggiorana fresca.
Per i secondi, le castagne possono accompagnare piatti di carne e cacciagione, o spezzatini vegetali di soia e seitan, così:
Bollire le castagne come sopra nel farrotto e spellarle. Unirle in un pentolino a delle cipolle tagliate a tocchettini e stufate con un po’ di burro/olio e brodo di verdure/carne, e lasciare cuocere tutto per ancora 10 minuti. Guarnire con erbe aromatiche a piacere.
Oppure una salsa di castagne: tagliare a pezzettini una cipolla e una mela, e farli rosolare con olio e un cucchiaio di farina di castagne. Bagnare e mescolare con un po’ di brodo di verdure. Unire sale, pepe e un po’ di aceto balsamico.
Aggiungiamo una ricetta di pane alle castagne:
Ingredienti: 250 g di farina semintegrale (anche di farro, o una parte), 250 g di farina di castagne, 1 c. di sale, 20 g di lievito, 300 ml acqua tiepida, 1 C. olio, rosmarino spezzettato. Procedere secondo la consueta preparazione del pane, lasciare riposare due ore, spennellare con un po’ di acqua tiepida e mettere ancora del rosmarino, già aggiunto prima all’impasto, imprimendolo sulla superficie. Cuocere mezzora nel forno a 200 gradi.
Concludendo con un rustico castagnaccio:
Fare un impasto con 250 g di farina di castagne, 750 g di latte (vaccino o di riso) o acqua, unire pinoli e uvetta a piacere, e un po’ di buccia di limone grattugiato. Ungere con olio un tegame, e prima di mettere in forno per un’ora a temperatura moderata, cospargere con olio, zucchero e aghi di rosmarino.

http://www.oilwineitaly.com/it/36-esclusivi-regali-natale-2013

Castagne_Piatto-oilwineitaly

Inviato Speciale di Oilwineitaly a Mosca: grande successo della coppia ritrovata Al Bano Carrisi e Romina Power.

A Mosca sono arrivati in tanti: dai Matia Bazar ai Ricchi e Poveri, da Pupo a Toto Cotugno, Gianni Morandi , Al Ritz-Carlton. Presenti ,  anche mamma Carrisi, Jolanda: nonostante abbia 91 anni, non ha voluto perdersi la reunion del figlio con l’ex moglie.

La prima serata prevista a Mosca,  del 17 ottobre 2013, si è conclusa e Al Bano è stato celebrato nel primo dei due appuntamenti previsti in Russia, in occasione dei suoi settant’anni di attività. Un grande evento che ha visto la partecipazione di Romina Power, assente artisticamente accanto all’ex compagno da anni.

L’attenzione e il consenso da parte del pubblico è stato così elevato da far aggiungere una data quella di ieri ai due concerti previsti per il 17 e 18 ottobre.

“Felicità” è cantare insieme dopo 19 anni riuscendo a scherzare, senza cedere alla malinconia? Così sul palco del Crocus City Hall a Mosca Albano e l’ex moglie Romina Power, tornati  in duetto per la prima volta dal 1994 per un concerto-evento, una “réunion” storica tanto clamorosa che in Russia li hanno accompagnati la mamma Carrisi e i figli: Christel, Yari, Romina jr e Jasmine. Gli sposini più famosi della canzone italiana di nuovo accanto, ma solo per 3 notti. E non poteva succedere che in Russia, il cui pubblico li ama a dismisura, grazie al mito del Festival di Sanremo. L’occasione sono i 70 anni del cantante pugliese, compiuti a maggio: un concerto-tributo a lui dedicato che ha riunito sulla stessa scena star della musica italiana degli ultimi 40 anni ancora enormemente popolari in Russia e in tutta l’ex Urss: Toto Cutugno, Umberto Tozzi, I Ricchi e Poveri, i Matia Bazar e Pupo. Tutti hanno duettato con Albano esibendosi nei maggiori successi della loro carriera: con Toto Cotugno, dopo l’assolo dell’Italiano accompagnato in coro da tutto il pubblico (è la canzone italiana più famosa in Russia ed ex Urss, sul suo testo generazioni di russi hanno imparato la lingua italiana) Albano ha cantato “Ora se rimasta sola” di Celentano, con Tozzi “Gente di Mare” e “Gloria”. Il “miracolo” l’ha fatto Andrei Agapov, impresario russo che non dischiude il cachet della coppia d’oro, ma dichiara che il costo complessivo dell’evento è di 2,6 milioni di dollari. E la “réunion” non è solo per Albano e Romina, re e regina della serata: sembra una grande rimpatriata, l’atmosfera è goliardica con tutti che si abbracciano e scherzano. Pupo che apre e presenta, e delle donne russe dice “Ja tebja ljubliu. Sono belle, ma per me sono un po’ troppo alte”, scatenando applausi. Albano: “Stasera Mosca è la città dei fiori”, e canta una canzone tradizionale coi cosacchi russi. Poi finalmente arriva Romina, in rosso Biagiotti, apparentemente sciolta, accenna anche passi di ballo: con l’ex marito intona “La Libertà”, “Che angelo sei”, “Dialogo”, “Acqua di Mare”, “Chi sarà”, “Sharazan”. E infine arriva l’attesissima Felicità, cui si uniscono sul palco i figli più piccoli (dovevano esserci anche Christel e Yari, ma all’ultimo momento danno forfait). Gran finale con “Volare” di Modugno cantata da tutto il cast. Questo articolo andrà nella sezione Fashion di Positanonews il giornale della costa d’ Amalfi, Sorrento e Cilento.

Al-Bano-Romina-felicita