Tag Archives: prodotti

Comprate il Cesto Natalizio: Natale 2015 è alle porte!

Mancano solo 25 giorni al Natale e, anche se gli eventi internazionali ci scoraggiano e ci preoccupano, noi vogliamo reagire con forza e con caparbia cominciando a pensare alle imminenti festività natalizie ed ai regali da destinare alle persone a noi più vicine. Infatti, il calore della famiglia e il valore di una sincera amicizia restano gli unici  punti saldi della nostra esistenza che ci rassicurano e ci confortano in momenti come questi.
Proprio in virtù del fatto che stiamo attraversando un periodo di crisi socio-economica, anche quest’anno si prevede il boom delle vendite dei regali utili ,e primo fra tutti  è sempre il classico e gradito cesto enogastronomico da trovare su http://www.wine-gift-baskets-boxes.com . Elegante e sontuoso o discreto ed economico, il cesto natalizio è un regalo molto apprezzato che porta sempre gioia ed allegria nelle case degli italiani.
Questo tipo di regalo è anche il primo nella classifica dei regali non riciclati perché nessuno intende rinunciare ai piaceri del palato ed alla tentazione di cominciare ad assaggiare alcune delle delizie che fanno capolino nel cesto tra le pagliuzze e i decori, pregustando spesso in anticipo ….”il sapore” della festa!

http://www.informazione.it/c/9A29EF0A-83ED-4D06-8839-7F6E96016563/Nonostante-tutto-Natale-2015-e-alle-porte

http://www.a-zeta.it/salastampa/26368:nonostante_tuttonatale_2015_%C3%A8_alle_porte

http://www.wine-gift-baskets-boxes.com/it/39-regali-cesti-natalizi

http://www.wine-gift-baskets-boxes.com/it/smartblog/18_Comprare-il-Cesto-Natalizio–Natale-2015-%C3%A8-al.html

Crollano i consumi? Compriamo solo prodotti Made in Italy!

Il rilancio dei consumi e dell’Italia si può fare subito in 3 mosse e a costo zero.

Si avvicina il Natale e gli italiani si preparano a tagliare il budget di spesa per regali. La situazione è sconfortante: mai come quest’anno i consumi saranno drasticamente ridotti. Dall’Osservatorio Nazionale Federconsumatori emerge che quest’anno i consumi saranno “sotto zero” con una nuova contrazione dell’11,2% rispetto al 2012.

Per contrastare questa pericolosa tendenza – suggerisce Oilwineitaly – è fondamentale stimolare una ripresa della domanda di mercato, attraverso una campagna istituzionale sull ‘ importanza economica ma anche di benessere e salute del consumo dei prodotti certificati al 100%  Made in Italyprodotti_mediterranei_oilwineitaly I Tale iniziativa  ha l’obiettivo di consentire al consumatore di avere la garanzia sull’origine italiana e sulla qualità dei prodotti acquistati. Inoltre comprando coltivati in Italia si risparmia e si incentiva lo sviluppo del proprio territorio.

Le tre mosse vincenti per il rilancio dell’Italia sono: L’etichettatura Made in Italy legata al codice a barre del prodotto, Tutela del marchio di qualità 100% Made in ITaly certificato e certificazione igienico sanitaria e di sicurezza dei prodotti extra cee.

oilwineitaly-made-in-italy

Oilwineitaly dieta mediterranea: Alberona (Fg) docenti ed esperti sulla sicurezza alimentare.

“La qualità nutrizionale e la sicurezza alimentare: dalla campagna alla tavola”.

ALBERONA – Si terrà domenica 15 settembre, ad Alberona, il primo “Meeting sulla Dieta Mediterranea”. All’incontro, organizzato dal Comune e dal Club Unesco di Alberona, il tema affrontato dai relatori sarà “La qualità nutrizionale e la sicurezza alimentare: dalla campagna alla tavola”. I lavori si svolgeranno all’Auditorium Vincenzo D’Alterio in due sessioni: la prima, che si terrà dalle ore 9 alle ore 13, sarà preceduta dai saluti del sindaco di Alberona, Tonino Fucci; dell’assessore alle Politiche della Salute della Regione Puglia, Elena Gentile; e dal direttore dell’Asl Fg, Attilio Manfrini. Porteranno i loro saluti ai relatori: Agostino Sevi, direttore del Dipartimento di Scienze Agrarie dell’Università di Foggia; Pietro Agnusdei, vicepresidente della Federazione Italiana Centri e Clubs Unesco; e Silvia Liaci, presidente Club Unesco Barletta. Sarà Zina Flagella, docente di Agronomia dell’Università di Foggia, ad aprire i lavori del Meeting relazionando sul tema “Dieta Mediterranea: qualità nutrizionale e sicurezza alimentare”; a seguire, la relazione di Alberto Mantovani (Autorità Europea per la Sicurezza Alimentare) su “Sicurezza alimentare e nutrizione, esempi per un’integrazione”. Prima del fruit break, ci sarà tempo per approfondire altre due tematiche: “Safety and security food parla mediterraneo” e “Dieta mediterranea e gravidanza” grazie agli interventi, rispettivamente, di Emilia Guberti (Asl Bologna) e Stefania Ruggeri (Centro di Ricerca Alimenti di Roma). Subito dopo una breve pausa, sarà la volta di Rossella Caporizzi (biologa nutrizionista dell’Università di Foggia) con una relazione su “La qualità nutrizionale e l’uso dell’indice multifattoriale”. Il direttore del Laboratorio di Biochimica dell’Università di Perugia, Francesco Galli, approfondirà le questioni legate alla “Promozione della dieta e dello stile di vita mediterraneo in Europa”, mentre a chiudere la sessione mattutina sarà Michele Panunzio, direttore del Servizio di Igiene degli Alimenti e della Nutrizione dell’Asl Fg-sud, tenendo la sua relazione su “La scelta del cibo giusto: dalla quantità alla qualità nutrizionale. Il modello alimentare mediterraneo per la prevenzione dei tumori”. La sessione pomeridiana sarà aperta alle ore 15.30 e verrà dedicata a una tavola rotonda su “La promozione della dieta mediterranea e il ruolo delle associazioni” cui parteciperanno: Maria La Gloria e Alessandro Notaro (Ass. Dieta Mediterranea); Savino Anelli (Ass. Dietetica e Nutrizione Clinica), Giuseppe Ugolini (Sianet), Mara Monopoli (coordinatrice progetto Adi-Medinet), Enza Paola Cela (psicologa Sian Asl Fg-sud). A quanti si iscriveranno per prendere parte ai lavori della conferenza sarà rilasciato un attestato di partecipazione. La Dieta Mediterranea è stata riconosciuta dall’Unesco quale “Patrimonio immateriale dell’Umanità” da tutelare e promuovere. La Dieta Mediterranea rappresenta un insieme di competenze, conoscenze, pratiche e tradizioni che vanno dal paesaggio alla tavola, includendo le colture, la raccolta, la pesca, la conservazione, la trasformazione, la preparazione e, in particolare, il consumo di cibo. La Dieta Mediterranea è caratterizzata da un modello nutrizionale rimasto costante nel tempo e nello spazio, costituito principalmente da olio di oliva, cereali, frutta fresca o secca, e verdure, una moderata quantità di pesce, latticini e carne, e molti condimenti e spezie, il tutto accompagnato da vino o infusi, sempre in rispetto delle tradizioni di ogni comunità. La Dieta Mediterranea (dal greco diaita, o stile di vita) promuove l’interazione sociale, poiché il pasto in comune è alla base dei costumi sociali e delle festività condivise.

Alberona

Oilwineitaly: a caccia dei prodotti tipici locali per combattere il caldo e per il benessere del corpo e dell’anima.

Calabria: con Coldiretti e Campagna Amica consumiamo prodotti calabresi per difenderci dal caldo e stare meglio

Di seguito nota della Coldiretti: Affrontare il gran caldo di questi giorni con semplici ma utili consigli alimentari consumando i buoni e sani cibi calabresi a kmzero , che la natura ci offre con abbondanza e generosità in questo periodo.  Il dott. Antonio Gradilone, Presidente Società Italiana Alimentazione e Sport (SIAS Calabria), ci da alcuni semplici ma importanti consigli per un’alimentazione corretta, che ci rendono meno insopportabile il gran caldo di questi giorni e ci fanno star meglio. Ma mettiamo un pò d’ordine per una risposta salutistica orientandoci su alcune proposte – precisa il dott. Gradilone – partendo dalla pasta con pomodoro e basilico fresco, che in questo periodo, proprio per essere una terra baciata dal sole, troviamo in Calabria dovunque e di ottima qualità, ma anche una bella “caprese” magari con pomodoro costoluto di Belmonte, o di altre zone, abbinandolo con le nostre mozzarelle prodotte con il buon latte dei nostri pascoli, anche qui a kmzero. I pomodori ricorda il dott. Gradilone, sono ricchi di licopene, che  possiede una potente azione antiossidante, riducendo in modo significativo il rischio di cancro alle ovaie nelle donna e alla prostata  nell’uomo. E sempre grazie al licopene il pomodoro svolge anche un’importante azione protettiva della pelle. La mozzarella poi è ricca di proteine del latte, calcio e vitamina D, un abbinamento gustoso e nutriente, che si può alternare con la proposta classica del melone, anche quello giallo, e prosciutto silano, un mix gustoso tra frutta di stagione e carne, dove troviamo ferro e proteine nobili e una buona dose di energia. Le insalatone sono molto consigliate, condite con il nostro ottimo olio extravergine di oliva, dai tanti aromi e profumi, si possono mangiare tutti i giorni, poiché esaltano anche le varietà e le tipicità del nostro territorio. Un ruolo importante – il dott. Gradilone lo attribuisce, alla frutta, anche come macedonia, che tra l’altro ci permette di utilizzare quella che può andare a male, affettandola e conservandola in maniera adeguata in apposite vaschette da utilizzare all’occorrenza. Ci possiamo permettere di tanto in tanto anche un gustoso gelato rinfrescante alla frutta. Verdure e ortaggi poi dovremmo mangiarli tutti i giorni, perché ricchi di sali minerali ed acqua, apportano una adeguata quantità di fibra (il cui fabbisogno giornaliero è di 20-30 g), utile per la funzionalità intestinale e per un corretto  assorbimento dei nutrienti. Inoltre, gli ortaggi forniscono un pool molto vasto di vitamine, e antiossidanti e riducono l’incidenza di alcune patologie, come le malattie cardiovascolari, le malattie neurodegenerative e i danni al DNA, oltre a combattere e rallentare l’invecchiamento delle cellule. Una prelibatezza è poi il nostro pesce azzurro, ricco di Omega 3, che può essere cucinato in vari modi, apporta benefici al nostro sistema cardiovascolare, ci aiuta a tenere sotto controllo l’ipertensione, l’obesità, il diabete ed è perfino efficace contro la depressione.
Il dott. Gradilone, inoltre, raccomanda di fare almeno mezz’ora di passeggiate in qualunque posto ci si trovi, nelle ore meno calde, e per chi è al mare rilassanti nuotate. Non bisogna poi esagerare con gli alcolici, un buon  bicchiere di vino ai pasti al giorno è sufficiente. Con questi semplici e utili indicazioni, alla portata di tutti, coniugando un corretto stile di vita con una sana alimentazione  – commenta Pietro Molinaro, Presidente di Coldiretti Calabria – possiamo star bene noi e far star meglio l’economia della nostra Regione.

http://www.oilwineitaly.com/it/8-prodotti-mediterranei

 Prodotti_Tipici_Mediteranei_Oilwineitali