Tag Archives: regali

Comprate il Cesto Natalizio: Natale 2015 è alle porte!

Mancano solo 25 giorni al Natale e, anche se gli eventi internazionali ci scoraggiano e ci preoccupano, noi vogliamo reagire con forza e con caparbia cominciando a pensare alle imminenti festività natalizie ed ai regali da destinare alle persone a noi più vicine. Infatti, il calore della famiglia e il valore di una sincera amicizia restano gli unici  punti saldi della nostra esistenza che ci rassicurano e ci confortano in momenti come questi.
Proprio in virtù del fatto che stiamo attraversando un periodo di crisi socio-economica, anche quest’anno si prevede il boom delle vendite dei regali utili ,e primo fra tutti  è sempre il classico e gradito cesto enogastronomico da trovare su http://www.wine-gift-baskets-boxes.com . Elegante e sontuoso o discreto ed economico, il cesto natalizio è un regalo molto apprezzato che porta sempre gioia ed allegria nelle case degli italiani.
Questo tipo di regalo è anche il primo nella classifica dei regali non riciclati perché nessuno intende rinunciare ai piaceri del palato ed alla tentazione di cominciare ad assaggiare alcune delle delizie che fanno capolino nel cesto tra le pagliuzze e i decori, pregustando spesso in anticipo ….”il sapore” della festa!

http://www.informazione.it/c/9A29EF0A-83ED-4D06-8839-7F6E96016563/Nonostante-tutto-Natale-2015-e-alle-porte

http://www.a-zeta.it/salastampa/26368:nonostante_tuttonatale_2015_%C3%A8_alle_porte

http://www.wine-gift-baskets-boxes.com/it/39-regali-cesti-natalizi

http://www.wine-gift-baskets-boxes.com/it/smartblog/18_Comprare-il-Cesto-Natalizio–Natale-2015-%C3%A8-al.html

Shopping Natalizio: trionfo Made in Italy malgrado la cura dimagrante delle tredicesime.

Torino – La crisi economica comporta ripercussioni sulle spese natalizie, portando le famiglie a modificare nettamente le proprie abitudini. Per fortuna che gli Italiani sono generosi anche se a modo loro. Per questo  il Natale edizione 2013 sarà da Spending Review  e forse non sarà l’ultimo. Per fortuna che più dell’80% degli italici consumatori non si priverà del piacere e dovere di fare i regali di Natale, che si configurano quindi come estremo tentativo di combattere la crisi, ma anche come modo per aiutare quelle imprese e quei lavoratori del comparto Made in Italy che si trovano in difficoltà.

Il dato sopra elencato è dovuto  al ritrovato spirito di solidarietà nazionale; infatti, secondo Coldiretti almeno i 63% di noi comprerà Prodotti Certificati  Italiani volontariamente, per portare un proprio personale contributo all’economia italiana ed alle famiglie dei lavoratori.

Per questo  Oilwineitaly  propone prestigiosi, inediti, da collezione. Ma anche novità, autentiche chicche di griffe enologiche italiane. Ecco una selezione di cesti natalizi di vini, liquori, spumanti, funghi, tartufi, ma non solo, fra cui scegliere.  Per un regalo elegante e ricercato, per comunicare stima ed apprezzamento a persone per voi uniche ed esclusive, il Cesto Natale Glamour è ciò che fa per voi. Un dono che farà sentire veramente glamour coloro che lo riceveranno.

 

 

Cambiano i tempi e le mode ma il Cesto Natalizio è sempre la migliore idea vincente come regalo.

 In periodi di crisi è importante consumare specialità  legate all’economia del territorio.

Ancora incerti su cosa regalare a Natale? Per non affollare gli armadietti del bagno di profumini e gli armadi di sciarpette tristi e inutili, un’idea certo gradita a tutti indistintamente è un regalo enogastronomico. Per puntare quindi sul sicuro il cesto natalizio è un regalo elegante e sempre ben accetto, capace di dare allegria e gioia durante i pranzi natalizi. Ovviamente approfittando della marea di prodotti tipici certificati made in Italy, meglio ancora se provengono dalla nostra  regione, specialità  legate all’economia del territorio, genuine e di qualità. Per cui questo è il nostro consiglio da seguire  per acquistare un fantastico e gradito regalo per parenti amici o dipendenti. Un bel cesto contenente prodotti enogastronomici e prodotti artigianali è sempre una scelta senza ombra di dubbio ben apprezzata e vincente.

Lo sa bene, e lo promuove ancora meglio, la Coldiretti il concetto evergreen del  regalo enogastronomico, il classico cesto natalizio pieno di leccornie italiane che non passa mai di moda e fa sempre la sua bella figura, sarà anche per il modo in cui vengono presentati i prodotti, tutti infiocchettati e vestiti a festa nel cestino che fa tanto Babbo Natale, sarà che la qualità dei prodotti tipici è alta e che c’è sempre più attenzione a cosa si mette nel piatto, tanto che da un recente sondaggio della Cia risulta che gli italiani scelgono il made in Italy perché dell’importato poco si fidano.

Confezione-Scic-sciabola-spumante

oilwineitaly: le tendenze per i regali del Natale 2013

“Mai come ora il Natale è donna e l’indagine condotta con alfemminile.com ne è la testimonianza: solo il 2% delle intervistate dichiara che a occuparsene sono il marito o il compagno”
Secondo gli ultimi dati NetComm, la crescita del mercato italiano dell’ecommerce è stata del 19% nel 2012, con un volume pari a 9.5 miliardi di euro di fatturato e una previsione per il 2013 che supera gli 11 miliardi di euro. Il Natale è il momento in cui la spesa raggiunge i massimi livelli. Ed è per questo che http://www.oilwineitaly.com negozio online, si pone come il giusto osservatore dei trend di vendita per i regali esclusivi enogastronomici.
Il Natale la prova del nove per le donne : se già nella vita quotidiana le donne si occupano della famiglia e dei propri cari, questo diventa ancor più vero durante il periodo natalizio. Secondo la ricerca realizzata da alfemminile.com, ben il 56% delle intervistate ha dichiarato di occuparsi da sola dei regali di Natale. Questo dato fa sorridere, soprattutto se associato al 2% che ha affermato che, ad occuparsi del Natale in casa, sono il marito o il compagno e al 22% che ha dichiarato di occuparsene in coppia.
Secondo una ricerca realizzata da ContactLab per alfemminile.com sulle abitudini delle sue lettrici, 8 donne su 10 acquistano online a fronte di una media nazionale di un utente Internet su tre (dati European Digital Behaviour Report 2013, ContactLab): praticità e velocità, nella vita di tutti i giorni, sono le due qualità che le donne apprezzano maggiormente dell’ecommerce, che permette loro di guadagnare tempo, risparmiare energia e, perché no, anche denaro, tutti elementi che sotto le feste diventano ancora più preziosi.
“Mai come ora il Natale è donna e l’indagine condotta con alfemminile.com ne è la testimonianza: solo il 2% delle intervistate dichiara che a occuparsene sono il marito o il compagno”. L’ecommerce e l’mcommerce aiutano in caso di mancanza di tempo, prevengono lo stress delle code e sono un ottimo modo per trovare la giusta ispirazione.Oilwineitaly.com con i regali esclusivi,cassette legno, confezioni elaganti e cestini natalizi in vendita in Italia e nel mondo in ogni momento, ti mette in contatto con ciò di cui hai bisogno e, proprio nel periodo di Natale, diventa un supporto fondamentale per chi, oltre all’organizzazione quotidiana, deve pensare anche alle feste.”
Mancanza d‘ispirazione: chiunque, nella vita, ha ricevuto un regalo imbarazzante o poco azzeccato, ma qual è la reazione più comune davanti a una sorpresa poco gradita? Secondo la ricerca, le donne ci ridono su (40%) oppure decidono di fare finta di niente (38%), ma sotto al finto sorriso stanno in realtà già pensando al modo per riciclarlo (10%). Le donne italiane però non si dimostrano accanite, infatti solo il 4% pensa a come vendicarsi.
Il Natale delle donne: nel caos natalizio, tra una fetta di panettone e un pacco regalo, arrivano anche i crucci del Natale: ben il 20%, una donna su cinque, ha dichiarato di non sopportare le corse infinite per acquistare i regali e lo spendere soldi.
.Un’ultima curiosità enogastronomica: le donne preferiscono acquistare e regalare whisky e liquori (+123%), mentre gli uomini optano per vini d’annata (+42%), champagne e spumanti (+82%). Forse perché le prime lo acquistano per regalarlo a colleghi ed amici, mentre i secondi puntano a un regalo tra di loro e per fare bella figura serve un prodotto prestigioso.

Oil Wine Italy oggi allo Smau di Milano Fiera

oil_wine_italy_shop_online_vino

oil_wine_italy_shop_online_vino

E’ stata aperta oggi la 50esima edizione dello SMAU alla FieraMilanoCity nei padiglioni 1 e 2, manifestazione dedicata alle ultime frontiere delle tecnologie digitali per il business e Oil Wine Italy era presente.

Tanta la frenesia tanto da indurre lo stand di aruba a regalare palline antistress di ogni colore!!!

Molte le start up presentate oggi al salone, grandi nomi di aziende presenti al salone, centri ricerca, laboratori, incubatori, acceleratori d’impresa, non manca nulla in questa annata, unica pecca: manca il wi-fi e non prende internet, forse la micro edizione torinese in questo era meglio organizzata.

Alcuni ricercatori del Politecnico di Milano hanno evidenziato con uno studio come il mondo Social è in netta espansione, entro la fine del 2013 saranno ben 37 milioni gli italiani possessori di uno smartphone, e entro fine anno le aziende avranno investito un capitale complessivo di 85 milioni di euro in pubblicità sui social media. Questi dati devono fare riflettere le principali aziende. Il dominio dei social è ancora indiscusso, Facebook batte tutti esponenzialmente, a seguire Twitter, Linkedin, Google + e Pinterest. Si pensi ancora che l’83% dei possessori italiani di smartphone è iscritto a dei social networks, non necessariamente solo Facebook e passa una media minima di 6 ore settimanali, postando uno status per ogni accesso o condividendo qualche link, la maggior parte degli accessi quindi non sono passivi ma attivi, molti addirittura ricercano le notizie della giornata sui social. Ben il 46% dei possessori di “tecnologie smart” partecipa ai forum e alle discussioni, per questo è necessario che un’impresa che possa essere social deve rispondere a tutte le richieste e domande, Andrea Rigoni di Asiago risponde personalmente ai forum, e non deve stupire che l’AD di un brand così famoso si spenda a “perdere questo tempo”, il cliente vuole sentirsi protagonista, ecco come mai le campagne pubblicitarie di Coca-Cola e Nutella. Ultimo dato confortante per le aziende che vogliono mettersi in gioco con una loro applicazione: solo nel 2013 in Italia sono state scaricate 2 miliardi e mezzo di applicazioni.

Quindi non c’è più da pensarci: cerchiamo di essere più Social, OilWineItaly ci sta provando!!!

Oilwineitaly alla Fiera Internazionale del Tartufo Bianco di Alba: contest #albatruffle facebook, twitter, instagram.

alba truffle contest oilwineitaly

alba truffle contest oilwineitaly

Oilwineitaly parteciperà con assiduità alla 83esima Fiera Internazionale del Tartufo Bianco di Alba. Una fiera all’avanguardia e giovanile. Le strade di Alba in questi giorni si popolano di allegria, famiglie, turisti, tecnici del settore e semplici appassionati alla ricerca del migliore tartufo. Di tartufi ce n’è una quantità a non finire, non vi preoccupate, come anche di esperti e tecnici a cui chiedere e con cui condividere uniche emozioni. Impressionante la quantità di ragazzi e giovani tutti che si prodigano per un solo esclusivo obiettivo comune: la promozione del territorio, delle Langhe, del Roero, del tartufo d’Alba e delle specialità enogastronomiche del Piemonte tutto.

Altrettanto giovanile l’idea di lanciare uno special contest “Truffle Experience” sui principali social network: facebook, twitter e instagram. Come partecipare? Molto semplice, dal 4 ottobre al 15 dicembre: scattate le vostre foto alla fiera, ad Alba, nelle Langhe, nel Roero e condividetele su questi social networks associando l’hashtag #albatruffle, sono accettate anche più foto. Sbizzarritevi a gustate questa magica terra e le sue eccellenze enogastronomiche! Che vinca il migliore insomma! In premio, per restare in tema, sarà un tartufo bianco d’Alba da 50 gr. Il vincitore sarà contattato mercoledì 18 dicembre. Il regolamento integrale e le modalità di partecipazione le potete trovare sul sito della Fiera Internazionale: http://www.albatruffle.it/

Perché stiamo promuovendo questo contest? Semplice, l’esperienza vissuta nelle Langhe e nel Roero va condivisa e diffusa il più possibile con tutto il Mondo affinché queste terre possano diventare vero patrimonio dell’Unesco e possano essere invidiate e visitate sempre più da tutti i turisti e gli appassionati del Mondo.

Enjoy il Tartufo d’Alba, le Langhe, il Roero e Oilwineitaly.com

Oilwineitaly a Milano Golosa: stamattina al via la manifestazione enogastronomica

prodotti-mediterranei-oilwineitaly

prodotti-mediterranei-oilwineitaly

Milano golosa: conoscere, fare e assaggiare. Ma soprattutto, non sprecare. Inaugurata stamattina la manifestazione dedicata all’enogastronomia.

Le eccellenze enogastronomiche italiane sono protagoniste della manifestazione dedicata ai produttori di qualità promossa dal gastronauta Davide Paolini. Tre giorni di degustazioni guidate, lezioni e incontri. Tutti all’insegna del “non spreco”.

Come posso riutilizzare la crosta del grana? Cosa faccio del pane avanzato? Dove trovo un buon vino a prezzi ragionevoli? Domande frequenti fra gli appassionati di cucina dall’approccio critico verso il mondo del cibo. L’occasione per trovare risposte e spunti, golosi ma sostenibili, e riorganizzare così dispensa e cucina, è dietro l’angolo: dal 12 al 14 ottobre il capoluogo lombardo ospita Milano Golosa, la manifestazione promossa dal gastronauta Davide Paolini, che questo anno ha voluto centrarla sul tema “Cibo senza sprechi”. Paolini ha le idee molto chiare: «Gli sprechi si evitano con la conoscenza», dice.

La kermesse dedicata al buon cibo e ai produttori di qualità si svolge nello Spazio Calabiana (via Arcivescovo Calabiana 6), in una zona ex industriale a ridosso dello scalo ferroviario di Porta Romana, tra piazzale Lodi e via Ripamonti: in passato cartiera ottocentesca (qui venivano stampate le opere di Alessandro Manzoni), oggi modello di recupero industriale di grande fascino e funzionalità. Una location nuova che parla sempre di riutilizzo: perché, come afferma ancora Paolini, «possiamo dare una nuova vita al cibo come agli edifici».

Milano Golosa è organizzata in tre aree. La prima è “Conoscere”: all’Università della spesa si va a imparare tutto sulla stagionalità delle materie prime, come sceglierle, conservarle e utilizzarle senza sprechi. Docenti saranno gli esperti del gusto, che sveleranno i segreti del Parmigiano Reggiano e della Mozzarella di Bufala Campana, e racconteranno come nasce il pomodoro Pachino e come si taglia e si conserva il Prosciutto di San Daniele. Poi spazio ai migliori produttori enogastronomici di tutta Italia, nel Mercato Artigiani, e alla selezione di Vini Best price, ottime etichette a buon prezzo, realizzata con il sommelier campione del mondo Luca Gardini.

La seconda area è dedicata al “Fare”: nelle Officine del gusto si terranno corsi di cucina e degustazioni guidate, con approfondimenti sul recupero degli alimenti e sulle tecniche casalinghe per produrre la birra.

La terza area, possiamo scommetterci, sarà la più affollata: “Assaggiare”, uno spazio in cui i cinque sensi verranno messi alla prova con degustazioni e abbinamenti insoliti. Un vero viaggio sensoriale lo proporrà la Sala del tempo, dove si potranno scoprire i prodotti che vengono valorizzati e resi unici da una lunga stagionatura o invecchiamento. In programma una “verticale” di Parmigiano Reggiano di 24, 36, 48 e 110 mesi di invecchiamento e un focus sul Pu-erh, il tè fermentato di origine cinese, presentato dalla tea stylist Francesca Natali.

E per continuare a scoprire e assaggiare anche fuori dalla ex cartiera, ecco la guida realizzata da Milano Golosa e Guido Tommasi, che sarà presentata domenica 13 ottobre alle ore 16.30: Le Botteghe Golose di Milano, selezione di 100 boutique del gusto (gelaterie, panifici, macellerie, gastronomie) scelte nel territorio milanese in base all’eccellenza dei prodotti.

http://www.oilwineitaly.com/it/8-prodotti-mediterranei